logo gerva

La Princesse de Feu Pic del'Aigle

Magnifica via, aperta da P. Mussatto e J. Garcia – nell’estate 2009. Relazione

Difficoltà: ED- ; 6c+ / 6b obbl 
Esposizione Arrampicata: Ovest
Quota Base Arrampicata (m): 2520
Sviluppo Arrampicata (m): 250
Dislivello Avvicinamento (m): 383
L’ambiente circostante è incantevole,
ed è una via che per bellezza e comodità rasenta la perfezione, sicuramente una delle più consigliabili dei Cerces. Esposta ad Ovest è ottima per le estati calde.
La via è di Phlippe Mussatto, una garanzia per quanto riguarda la qualità delle linee, una firma d'autore,
superstar, grande apritore di vie impegnative, un maestro.
La chiodatura non è generosa, sui passi chiave si trova lo spit ma spesso dove è più semplice occorre dominare le difficoltà . Per affrontare bene la via con la prospettiva di farla interamente in libera occorre avere margini alti rispetto ai gradi dichiarati. Richiede spesso decisione, ma offre sempre grande soddisfazione e divertimento.

Pic dAigle2 2

princesse de feu

 

Grands Charmoz : Pilier Cordier

Altra salita di grande respiro per due giovani istruttori della scuola.

Fabio Ventre IS, e Mirko Vigorita ASP, sul Pilier Cordier ai Grands Charmoz.

Le parole di Fabio:
Bellissima gita, abbiamo bivaccato al lago blu a 10 minuti dalla funivia insieme a un sacco di altra gente, posto molto comodo con acqua vicino ai nevai sopra al lago. Attaccato alle 6, il traverso su neve è esposto alle cadute di sassi dal ghiacciaio dei nantillons che scaricava parecchio. Via molto lunga, si possono fare tiri a piacimento, ci sono numerose soste intermedie e le relazioni variano dai 26 tiri di piola ai 17 di altre, noi abbiamo cercato di fare sempre tiri lunghi per risparmiare tempo. Sulla cengia si deve andare verso dx vicino ad una forcella e risalire una specie di cresta tenendo il lato destro, poi diventa evidente. Molto utile il 4 doppio. Attaccato alle 6, in cima alle 14,30 e base intorno alle 6 mi pare. Non avevamo il martello ma nonostante l'affollamento i chiodi di un paio di soste li ho tolti con due dita, evidentemente tutti salgono convinti che qualcuno li abbia ribattuti.
E i preziosi consigli:
Consiglio quindi di portarsi un martello. Non fatevi ingannare dai tiri di quarto/quinto, molti sono simili a dei 6a/b

67298662 10211554357174058 3989857552346120192 o

67203557 10211554357534067 4159813660266463232 o

67398123 10211554356694046 3551633285991890944 o

67403701 10211554355934027 2636979919673884672 o

67485425 10211554356294036 4514293275598782464 o

Pic de Bure Via Desmaison ED

Una via storica diventata una grande classica francese aperta da:Andrè Bertrand – Renè Desmaison – Yves Pollet Villard; in tre giorni di ascensione nel Settembre del 1961.
Il profilo del Pic de Bure visto dallo Chalet du Vallon d'Ane è incantevole.
La via si svolge su calcare da buono a mediocre (specialmente nel secondo terzo di via).
Una via che è un piccolo pezzo di storia. Basti leggere il racconto della prima salita italiana a cura di Giampiero Motti (alleghiamo il bellissimo articolo di GP.Motti che descrive molte delle sensazioni che abbiamo vissuto anche noi) (una per tutte: ma come avrà fatto Desmaison a trovare la via su questa parete immensa???) o del posto naturalistico, dove è situata la salita.

Salita impegnativa per molti motivi: 750 m di sviluppo, i tiri che si susseguono in modo completo e difficile, difficoltà nell’individuare la linea di salita in particolare nella seconda parte della via, per posizionare friend e nuts al punto giusto, e per andare a scovare i punti deboli della parete (che da sotto è veramente impressionante!)

Salita da  Claudio Battezzati (INA e Direttore del corso di Alpinismo Avanzato) e GianPiero Porcheddu (Aspirante Istruttore) Relazione

 IMG 1855

IMG 1878

IMG 1880

 

IMG 1883

 IMG 1902 2

IMG 1902 1

Ren Desmaison Yves pollet villard Andr bertrand

Schema Pic de Bure

Topo di salita

 bshop logo
Palestra arrampicata Bside Torino
Palestra arrampicata SASP Torino
Libreria editrice la Montagna Torino
CNA Assicurazioni Srl Via Spalato 62A Torino
Litografia Briver