logo gerva

AR1 - 2019 prima parte

 

Con l’uscita alla falesia di Montestrutto si è conclusa la prima parte del corso di arrampicata base.
Questa parte è una vera full immersion nel mondo dei nodi e delle manovre: una lezione intera dedicata all'apprendimento dei nodi fondamentali. Una “uscita” alla SASP del Palatazzoli in cui questi nodi si vedono in pratica: breve salita top rope, discesa in doppia con la longe già predisposta, risalita della corda, collegamento delle soste e ancora nodi. Tutto questo come preparazione alla prima uscita vera e propria in ambiente alle Courbassere nelle Valli di Lanzo, palestra di roccia che ha visto la formazione di praticamente tutti gli alpinisti torinesi: prova di tenuta della caduta del primo di cordata, ancora corda doppia e risalita della corda e movimento della cordata e ancora nodi e non solo: posizionamento delle protezioni mobili, costruzione e collegamento di una sosta, tecnica di arrampicata. Ancora una seconda serata alla SASP del Palatazzoli per affrontare le manovre di soccorso della cordata: la calata con il ferito e il paranco di recupero; un ripasso dei nodi e poi didattica di arrampicata.


L'attività didattica è stata svolta in ottemperanza ai regolamenti dei corsi sezionali della CNSASA per il corso di roccia AR1.
Come tutti gli anni allieve e allievi hanno fatto a gara per dare il massimo e arrivare all'ultima uscita preparati.
Il risultato sono state tutte belle giornate trascorse insieme in un clima di allegria e, bisogna dirlo, di piccola preoccupazione: sarò ammesso o non sarò ammesso alla seconda parte del corso? La selezione è sempre difficile. La salita di vie di più tiri, a differenza della pratica dell’arrampicata sportiva in falesia – dove l’ambiente di esercizio è più facilmente controllabile - richiede che gli allievi dimostrino conoscenza, dimestichezza e sicurezza nelle manovre della cordata.
Anche se nelle salite vere e proprie gli istruttori saranno sempre accanto agli allievi nella loro esecuzione, sarà necessario che gli allievi non abbiano nessun tentennamento a eseguire le disposizioni e incertezza su cosa fare alla sosta sia in salita che in discesa. Ed è per questo che in questa parte si insiste allo sfinimento nella ripetizione delle stesse manovre. Abbiamo detto “piccola preoccupazione”, si, perché se non è quest’anno sarà il prossimo anno: quindi auguri a tutti e grazie per aver partecipato a queste giornate di introduzione all'arrampicata base, arrivederci o alle lezioni teoriche che sono aperte a tutti i soci del CAI, o, magari, al corso di arrampicata libera.

 bshop logo
Palestra arrampicata Bside Torino
Palestra arrampicata SASP Torino
Libreria editrice la Montagna Torino
CNA Assicurazioni Srl Via Spalato 62A Torino
Litografia Briver